La pubblicazione collettiva di Cremonapalloza

Ultimi scritti

30 dicembre

3

Ogni anno arriva il 30 dicembre, ogni anno da 19 anni. Avevo 16 anni, all’epoca frequentavo un liceo che mi annoiava a morte, infarinature generiche su tante materie che mi lasciavano dentro un senso di insoddisfazione e mi toglievano ogni voglia di studiare. Quando tornavo a casa da scuola passavo ore e ore a leggere i grandi classici, a tradurre i testi delle canzoni e suonare. Già a quei tempi amavo starmene da solo e adoravo andare nelle case e cascine abbandonate, un po’ per spirito di avventura, un po’ per immaginare le vite che abitavano quegli spazi. La maggior parte delle volte filava tutto liscio, qualche volta non...

Lavori in libertà

L

Gravità Cadendo rapidamente, aprendo nuvole di emozioni si è proiettati verso un suolo che non lascia scampo, adrenalina, vento, suono, sensazioni troppo passeggere per reggere l’impatto con la realtà. Ruote Circolari e non solo, come il rigirar di pensieri cigolano a un ritmo costante, compagne di viaggio, mai silenti, raggianti e scoppiettanti in alcuni casi, soffici in altri, su di giri? Forse. Napoli Città fertile di non convenzioni, città reazionaria di costumi e rivoluzionaria di regole, chiassosa, colorata, estrema. La storia ha premiato la tenacia dei deboli rendendo democratica l’aristocrazia e piegando l’Ancien Régime, la...

Wanted

W

Ricordo perfettamente il momento in cui decisi che sarei diventata un’accanita fumatrice. Avevo più o meno 12 anni. Ero una bimbetta buffa, con il capello a caschetto e i denti (gli incisivi centrali per la precisione) in fuori da coniglio. Uno spettacolo! Il mio abbigliamento in quel periodo era tuta e scarpe da ginnastica: nonostante ciò avevo dei veri amici! Ero troppo magra per qualsiasi vestito, il seno era inesistente e per camuffarmi, per apparire più grande e grassa, cosa mettere se non delle belle tute larghe antisesso? Figuriamoci, anche perché allora, di sesso, avevo solo sentito parlare; non praticavo. Correvo per il...

Ore 6: caffè & metano

O

In piedi alle 6. Stamattina mi sono svegliato con la schiena che gridava vendetta a tutto l’Olimpo, le spalle disarticolate e gli addominali non pervenuti. Forever young ’sto cazzo. Che poi, “svegliato”… Diciamo che il mio involucro esterno si è messo in moto, in qualche maniera. Per evitare di addormentarmi con la faccia sul clacson ai 150 all’ora, ho dovuto giocare il jolly “caffè dal metanaio”. Ora, dovete sapere che il bar del metanaio fonda le sue fortune sul fatto che una delle due bariste fa il caffè praticamente nuda. (La Barista Nuda ha una collega: la Barista Vestita.) Ciò rende il bar del metanaio una specie di country...

La pubblicazione collettiva di Cremonapalloza

Daniele Conca

Avatar

Sto leggendo

al momento, nulla.

Categorie

Ultime recensioni

Guida galattica per gli autostoppisti

Guida galattica per gli autostoppisti

È difficile scrivere qualcosa che non sia già stato scritto intorno alla Guida galattica per gli autostoppisti, con cui Douglas Adams (1952-2001) si è

Il piccolo libraio di Archangelsk

Il piccolo libraio di Archangelsk

Il piccolo libraio di Archangelsk è un buon libro, come non può che essere un libro di Simenon, anche al difuori dei romanzi del commissario Maigret.

Charlotte Roche Zone Umide

Zone umide

Zone umide è un bel libro. Non diventerà mai un classico della letteratura (visti anche gli argomenti trattati), ma se in poco tempo dalla data di pub

Tags

Andrea Cisi Charlotte Roche Dalai Daniel Pennac David Foster Wallace Douglas Adams Einaudi essay Fandango fantasy Fanucci Feltrinelli feminism fiction Georges Simenon horror humor Lester Bangs London Below Los Bros Hernandez Love and Rockets Magic Press Malaussène Mine vaganti Minimum Fax Mondadori mystery Neil Gaiman Oscar Draghi Raymond Queneau Rizzoli Strade Blu The Sandman The World of Neverwhere Various