HOMO SAPIENS SAPIENS

H

Il primo della catena fosti tu,
qualcuno ti chiamò
australopithecus afarensis.
Vivevi senza pensieri
nelle savane dell’Africa centrale
ti cibavi di bacche e dormivi nell’erba.
di una casa non avevi bisogno.
Eh perdio! La liberta non ha un prezzo.
Combattevi con pietre grezze.

Poi arrivasti tu, homo abilis;
Fu il Kenya settentriona1e la tua terra natale
ma con l’aiuto di utensili semplici
conquistasti l’Europa e l’Asia.
Bravo! Non è da tutti
colonizzare meta del mondo
con pietre semiavorate e bastoni.
Arrivasti lì che eri già erectus.

Nella valle di Neander in Germania
perfezionavi la tecn1ca
aggiungevi frecce ai tuoi archi
e per aumentare le tue possibilità
scavavi trappole per i nemici e tiravi con la fronda.
Ciò ti valse la promozione in carriera
e divenisti sapiens.

Ma la tua intelligenza non ti bastò
e fosti presto sapiens sapiens.
Dalla catapulta all’archibugio
al cannone, all’ariete al carro armato
alla bomba termonucleare
che l’atomo distrusse prima d’ogni altra cosa
tutte le strategie di guerra imparasti a menadito.
Nove più ti metto perché se no ti monti la testa.

Homo sapiens sapiens, che cosa ne sai?

Riguardo l' autore

Igor Paulinich
Igor Paulinich

Aggiungi commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Igor Paulinich

Igor Paulinich

Categorie

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi