Archivio

novembre 2002

n

23.11.02: SCOIATTOLI – URANIA

2

Pip. Pip. Brio prende in mano il cellu. Osserva cupo il display.E’ il messaggio di Bòrtolo, dice sulle spine, Risultato finale… Seduti ad un tavolo al Villetta, i pochi Caraffoni rimasti fedeli (anche se in contestazione) stanno mangiando ciccioli e nervetti, bevendo Ginger. Voltano occhi insofferenti al loro capobranco. Dààài! urla Borghi a Brio con la mano aperta a schiaffo, Dicci tutto! Brio cancella l’SMS, mette giù le carte da briscola, spegne il cellu e alza gli occhi. Preparate i bambini per il sacrificio, sussurra al nipote Poldo, Il feroce Dio Uranio deve essere placato! Spieghiamo tristemente il perché. Il...

16.11.02: S.MARTINO – URANIA

1

L’unica spiegazione plausibile per il paradossale colore del cielo di oggi pomeriggio all’esterno di Costa S. Abramo è la frase riportata da un certo Giuàn ‘làsa lè de bèer!’ Mainardi, giardiniere alcolizzato del comune, che passava di lì per un lavoretto dopo la pausa sindacale in osteria. Egli ha giurato di aver visto stamani nei pressi del campo di calcio una triade di personaggi vestiti strani, che con le braccia intrecciate e recitando arcani rituali cercavano di scatenar tempesta. Condotto pazzo in questura e sottopostegli alcune foto segnaletiche di criminali locali non ha saputo fornire indicazioni...

9.11.02: URANIA – OLIMPIA

9

Pioggia di sangue, oggi pomeriggio dopo il match. Le nubi assumono forme che mandano presagi nefasti, un coltello, un teschio bianco, un water con lo sciacquone tirato. Gli uranioti escono dal quadrato verde della chiesina con la coda tra le gambe. Prima o poi doveva succedere. Il segnale peggiore, dopo le lamentele dei mrs sullo scarso attaccamento all’allenamento del giovedì, è stato proprio lo scarso afflusso di due giorni fa. Sei uranioti presenti, niente allenamento, pane e salame per tutti offerti da Bòrtolo per il rigore parato col Grumulus. L’unica nota positiva della partita di oggi è il commento finale di un...

3.11.02: GRUMULUS – URANIA

3

Allelujàààh Allelujallelujàààh… Allelujààh Alleùùjà…h… Allelujàààh Allelujallelujàààh… Allelujààh Allelùùùùùùiààààh! Ci sarebbe bisogno di pregare e lodare, oggi, dopo il fischio dell’arbitro Tralla, vecchia conoscenza degli uranioti che l’anno scorso grazie a lui persero Lupo per tre giornate. Anche grazie al servizio di pelo e contropelo di Lupo sul suo avversario, diciamo, ma un po’ anche grazie a quest’arbitro Trallallero Trallallà. Quando i randagi escono dal campo di Grumello il cielo piscia grigio, il fresco diventa umido e c’è poca voglia di parlare. Intorno al campo, oltre la recinzione, a...

Daniele Conca

Categorie

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi